Zalewski ha giocato per la Polonia. E anche gli italiani possono riconquistarla? Le linee guida FIFA sono chiare!

0
30

Nicola Zalewski ha fatto il suo debutto nella partita contro San Marino e ha anche segnato bene. Calciatore as Roma ha respinto in precedenza la proposta di giocare per il gruppo giovani italiani, ma se gli italiani possono tornare al tema? Abbiamo esaminato cosa dicono i regolamenti FIFA in tali situazioni. La più importante è la volontà di Nikola Zalewski e suo padre, che ha dato un grande contributo alla crescita della carriera del 19enne. Entrambi insistono fermamente sul fatto che Nicola è solo curioso dello staff di bianco e rosso. Prova ne è anche il rifiuto di un invito al gruppo giovanile italiano. E anche di recente, come ha ammesso in un’intervista con il papà del calciatore di WP sportsfacts, è stato tentato dagli italiani della squadra U19. Ciò nonostante, cosa sostengono le più recenti linee guida FIFA in tali questioni? Il debutto del 19enne Zalewski nel gruppo nazionale iniziale della Polonia ha completamente chiuso l’argomento da una prospettiva formale

Per molti anni, le politiche sugli aggiustamenti nella rappresentazione sono state effettivamente modificate su base regolare, passando dal più rigoroso al ragionevolmente versatile. I casi precedenti includono Lukas Podolski, Miroslav Klose e Tomasz radziński. Ai vecchi tempi, anche se i calciatori di cui sopra intendevano cambiare la federazione, era troppo tardi, perché si occupavano di giocare con i colori di un altro paese. Attualmente, come detto, le politiche sono allentate.

La FIFA chiarisce questo con la globalizzazione e la realtà che sempre più calciatori hanno la doppia cittadinanza, e cambiare il loro indirizzo da una nazione all’altra è attualmente il pane quotidiano. A questo proposito, al congresso FIFA del 18 settembre 2020 ha presentato nuove esenzioni, che in determinate situazioni consentono al giocatore di modificare il gruppo nazionale. La circostanza di Zalewski corrisponde a qualcuno di loro?

Quattro partite in gioco fanno il lavoro.

In questo caso, teoricamente, è possibile applicare un’eccezione, in cui si afferma che la rappresentazione può essere trasformata da un giocatore che prima dell’età di 21 anni. anno di vita in realtà non ha scommesso la squadra precedente più di tre semi per la puntata. 2°: il giocatore nelle tonalità della squadra precedente non è apparso nelle finali della Coppa del Mondo, dell’Europa o della Copa America. 3 anni di “eleganza”?

Terzo (e anche questo sembra essere un solido deterrente per un giocatore offerto): è stato almeno 3 anni considerando che la sua ultima apparizione nella precedente nazionale. In teoria, di conseguenza, nulla viene versato per gli italiani (presumendo la crescita terrificante di Zalewski, perché la concorrenza nel personale di quartiere è sostanziale), ma nel metodo in questa situazione non c’è molto probabilmente nulla da sottolineare. Perché l’aggiunta degli Zalewsky alla Polonia è molto solida, e questo è seguito non solo dalle parole, ma anche dai fatti.

I campioni d’Europa non hanno rivali. Serie di videocassette di italiani

La nazionale italiana per l’ultima volta ha perso nel 2018. I reparti di Roberto Mancini hanno impostato un documento nuovo di zecca in termini di numero di partite senza perdite. Assumere Roberto Mancini è stato un colpo al braccio. Il 28 maggio 2018, ha segnato il suo debutto come selezionatore in una piacevole partita contro l’Arabia Saudita (2: 1).

A settembre, gli “Azzurri” hanno perso 0: 1 nell’organizzazione dei paesi con il Portogallo-è stata l’ultima sconfitta in tutto il riguardo a 56-year-old. Nella stagione estiva, il gruppo nazionale italiano ha prosperato nel Campione europeo. Anche l’Inghilterra non può lasciare i giocatori della penisola appenninica. Nel grand last, il gruppo di Mancini ha vinto ai calci di rigore. La squadra rimane in forma meravigliosa. Domenica scorsa, si sono collegati con la Svizzera nelle qualificazioni mondiali. Erano 36. incontro coerente. L’Italia è la squadra nazionale con la striscia di imbattibilità più lunga. Il documento precedente apparteneva a Brasile e Spagna (35 partite di fila). “Canarinhos” ha svolto bene nel 1993-1996, mentre la Spagna era imbattuta dal 2007 al 2009. Puoi anticipare gli italiani per migliorare il loro documento. Per l ‘ 8 settembre è prevista una conferenza con la Lituania.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui