Finale 4 Della Società delle Nazioni. Le lesioni stressano i formatori. Quanto ottengono i campioni?

0
19

L’Italia con la Spagna e anche la Francia con il Belgio giocheranno per la finale dell’organizzazione delle nazioni. Sul campo mancherà un certo numero di presidi, così come Kylian Mbappe ancora “paura” i seguaci così come la federazione francese. Solo un paio di mesi fa, gli italiani e anche gli spagnoli si sono affrontati nelle semifinali di Euro 2020. Il pareggio 1: 1 a Wembley si è concluso con il trionfo degli Azzurri 4: 2 ai calci di rigore. Tuttavia, La Roja non è ben preparata come a luglio. Mercoledì sulla zona non uscirà m.in. Gerard Moreno, Alvaro Morata, Jordi Alba, Pedri o Dani Olmo – tutto a causa di un infortunio. Luis Enrique può contare sul gioco con 6 centrocampisti, come Vicente del Bosque ha fatto in precedenza, sottoponendo Cesc Fabregas come un falso “9”. Senza Olmo e due dimostranti la Spagna dovrà giocare una combinazione di giocatori della piscina di Pablo Fornals, Pablo Sarabia, Mikel Oyarzabal e anche Ferran Torres.

Una frustrazione simile attende Roberto Mancini, dovuto al fatto che non avrà certamente a disposizione né Ciro Immobile né Andrei Belotti. Dovrebbe giocare Moise Kean piuttosto. Nella seconda semifinale il Belgio incontrerà giovedì il globe champ France. Didier Deschamps non sarà in grado di utilizzare le soluzioni di N’golo Kante. Di conseguenza, Aurélien tchouaméni e anche Mattéo Guendouzi sono ancora una volta sulla lista, che nelle seguenti conferenze 2 potrebbe finalmente avere la possibilità di debuttare. Tuttavia, la semifinale dell’organizzazione dei paesi è superata dalla dichiarazione di Kylian Mbappe. – Da un certo punto, ho sentito che ho cominciato ad essere questo problema,e la gente pensava che ero. Ho ricevuto il messaggio che è stata la mia vanità a farci cadere, che desideravo uno spazio eccessivo e che senza di me avremmo potuto vincere. Il punto più vitale è la squadra nazionale francese e anche se è meglio senza di me, me ne andrò”, ha detto Mbappe in un’intervista al giornale “L’equipe”.

Società delle Nazioni. Una semifinale con l’opportunità di una rivincita. Non solo per gli spagnoli, ma anche per gli italiani

Mercoledì sera gli italiani incontreranno gli spagnoli nelle semifinali della competizione finale dell’organizzazione delle nazioni. A luglio, entrambi i gruppi, nella stessa identica fase dei playoff, hanno completato il Campionato europeo. A quel tempo, i migliori giocatori erano Roberto Mancini, che non solo avanzò fino all’ultimo, ma arrivò anche al titolo. I giocatori di Luis Enrique intenderanno certamente fare ammenda per quell’incontro.

In particolare considerando che hanno controllato per un sacco di partita. Nelle semifinali di Euro 2020 hanno ottenuto il turno per più del settanta per cento del tempo, premendo gli italiani in una difesa profonda. “Abbiamo perso il centrocampo, quindi abbiamo dovuto portare il nostro stile difensivo polveroso allo scoperto. Abbiamo vinto soffrendo. Ma dopo abbiamo capito quanto eravamo solidi. Abbiamo dimostrato che possiamo vincere indipendentemente dagli scenari “- ha riassunto la conferenza “La Gazzetta dello Sport”. Lo scontro di mercoledì potrebbe per questo motivo essere un’opportunità non solo per gli spagnoli perdenti, ma anche per gli italiani di successo.

Dal momento che anche se sono arrivati alle finali, non l’hanno fatto con i mezzi che intendevano. Secondo i giornalisti dalla Penisola Appenninica a San Siro la Squadra Azzurra tenterà sicuramente di imporre le proprie condizioni. Inoltre, si iscriverà alla partita non solo come ospite, ma anche come campione europeo. Tuttavia, Mancini non è in una posizione comoda prima del primo fischio. Mercoledì non avrà certamente la possibilità di utilizzare Ciro Immobile così come Andrea Belotti. Giacomo raspadori, Moise Kean o Lorenzo Insigne giocheranno sicuramente come attaccante.

La stampa italiana anticipa che in attacco giocherà sicuramente l’ultimo, lasciando un posto sulla fascia a Lorenzo Pellegrini.

Tale versione è ancora più probabile che nella semifinale di luglio, dopo la discesa di Immobile, Insigne abbia giocato come un 9 errato. E anche se gli italiani hanno perso un obiettivo in questa durata, hanno giocato meglio dell’intero incontro. Pellegrini e l’eroe nazionale Federico Chiesa prenderanno il loro posto sulle ali. Nell’impianto del campo, secondo la redazione de “La Gazzetta dello Sport” giocheranno sicuramente la terzina di ferro Marco Verratti, Jorginho, Nicolo Barella, la difesa sarà sicuramente sviluppata da Giovanni di Lorenzo, Leonardo Bonucci, Giorgio Chiellini oltre ad Emerson, così come l’area in porta prenderà Gianluigi Donnarumma.

Secondo i giornalisti italiani, gli spagnoli scommetteranno un undici diverso rispetto a Euro 2020. Sergio Reguilon e Pau Torres dovrebbero giocare in difesa, sostituendo Jordi Alba e anche Eric Garcia, Mikel Merino dovrebbe giocare in supporto al posto di Pedri, e anche Pablo Sarabia dovrebbe giocare in attacco al posto di Dani Olmo. Il resto della line-up è quello di rimanere lo stesso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui